II parto vaginale, la menopausa, la chirurgia pelvica, l’età, l’aumento cronico della pressione addominale (per obesità, stipsi etc.) possono determinare disfunzioni del complesso muscolare perineale, presupposti delle turbe della statica pelvica (prolasso vescicale o uterino) e dell’incontinenza urinaria (incontinenza da stress, da urgenza o mista). II trattamento riabilitativo richiede una valutazione fisiatrica al fine d’impostare un programma terapeutico.

Le tecniche fisioriabilitative sono:
• la chinesiterapia pelvi-perineale
• il biofeedback
• la stimolazione elettrica funzionale

Queste possono essere utilizzate singolarmente o in combinazione in base alle diagnosi.