La fisiatria è quella branca della medicina che si occupa di diagnosi, terapia e riabilitazione delle disabilità conseguenti a varie malattie invalidanti, che comportano limitazioni nella attività fisica e restrizioni alla partecipazione attiva. La visita fisiatrica è indispensabile per la stesura di un piano di recupero funzionale e per la prescrizione della varie metodiche riabilitative che verranno poi applicate sul paziente dal fisioterapista. Il fisiatra visita il paziente al termine dei trattamenti per valutare il risultato ottenuto e lo segue nel tempo nel caso necessitino ulteriori cure. Compito importante  del fisiatra è individuare le controindicazioni alle terapie riabilitative prima che queste inizino e rilevarne gli eventuali effetti collaterali.

È Indicata per

– In presenza di una disabilità congenita
– Dopo un trauma fisico
– Dopo un intervento chirurgico ortopedico
– A seguito di un ictus o patologie neuromotorie
– In presenza di dolore osseo o articolare

È Controindicata nel caso di
Le controindicazioni alle manovre fisiatriche sono stabilite dai medici specialisti fisiatri in collaborazione con altri colleghi specialisti d’organo e con i colleghi radiologi. In presenza di dolori specie a seguito di traumi fisici è necessario che il paziente si presenti con accertamenti radiologici che escludano la presenza di una frattura in atto.